home  

I risultati ottenuti con l'applicazione delle citamine (cytamins) in differenti studi clinici.

Le citamine sono una nuova classe di integratori alimentari dotati di attività specifica per numerosi organi ed apparati del corpo umano. Sono state scoperte in russia e il loro utilizzo è raccomandato dalla Società Gerontologica dell'Accademia delle Scienze Russa. Le citamine possono essere usate in tutte le condizioni nelle quali si venga a realizzare, per un qualunque motivo, una situazione di stress, di malnutrizione, di sovraccarico fisico o mentale. Le citamine hanno, come dicevamo precedentemente, attività organo specifica dal momento che ognuna di esse è selettiva per ciascun organo od apparato del corpo umano. In particolare le citamine sono derivate dall'opportuno trattamento di estratti cellulari dei diversi organi di animali da fattoria, in particolare maiali e bovini, e realizzano la loro attività sull'organo od apparato corrispondente a quello dal quale sono state estratte. Il loro metodo di ottenimento è coperto da brevetto (patente RF 2075944). Tutte le citamine, (ne esistono come vedremo 17 tipi diversi) hanno il loro Certificato Igienico stilato dal Dipartimento di Stato della Federazione Russa per la Sorveglianza Epidemiologica.

Le indicazioni per l'uso clinico delle citamine sono state sviluppate durante gli studi clinici su di esse. Questi studi sono stati eseguiti in numerosi istituti medici russi ed in particolare al: Moscow Medical Academy, all'Institute of the Human Brain of the Russian Academy of Science, all'Istituto di Bioregolazione e Gerontologia, in numerose cliniche dell'Accademia Medica Militare Russa, al N.N. Peterov Research Institute of Oncology, all'Universita di Medicina di S. Pietroburgo, all'Istituto di Ricerca del Ministero della Difesa della Federazione Russa, al First Clinical Naval Hospital, alla Medical Academy for Post-graduate Studies di S. Pietroburgo ed in altri istituti medici di ricerca e di cura.

Le conclusioni riguardanti la sicurezza della somministrazione delle citamine è stata certificata dagli esperti della Accademia Russa delle Scienze Naturali e sono state le seguenti: "L'applicazione delle citamine con scopi terapeutici e preventivi non è rischiosa per quello che riguarda malattie infettive trasmesse da animali o per quello che riguarda le malattie da prioni" (encefalopatia spongiforme trasmissibile, da noi chiamata con il nome di "morbo della mucca pazza").

Le valutazioni intorno alla metodica della preparazione e della purificazione delle citamine sono state condotte al N.N. Petrov Research Institute of Oncology e hanno condotto alle seguenti conclusioni: "L'analisi della tecnologia per la preparazione delle citamine, isolate da differenti tessuti di animali da fattoria ha escluso in esse la presenza di virus vitali o di protooncogeni attivi".

Segnaliamo che durante la sperimentazione clinica sulle citamine non è mai stato osservato alcun effetto collaterale.

Andiamo ora a vedere quali sono stati i risultati delle sperimentazioni cliniche ottenute con le citamine nelle patologie riguardanti i seguenti organi:

Fegato (Hepatamin)

 

Stomaco e duodeno (Ventramin)

 

Pancreas (Pancramin)

 

Polmoni ed apparato respiratorio ((Bronchalamin)

 

Cuore (Coramin)

 

Apparato circolatorio (Vasalamin)

 

Reni ed apparato urinario (Renisamin)

 

Sistema immunitario (Thymusamin)

 

Surreni (Suprenamin)

 

Testicoli (Testalamin)

 

Prostata (Prostalamin)

 

Ovaie (Ovariamin)

 

Sistema endocrino (Epiphamin)

 

Tiroide (Thyramin)

 

Cartilagini ed apparato locomotore (Chondramin)

 

Cervello (Cerebramin)

 

Occhio ed apparato visivo (Ophthalamin)

 

Dott. Giorgio Castello

Via A. Cecchi, 19/9

16129 – Genova

Tel: 010589495

Cellulare: 335.628.34.24

e-mail: castello@tiopoietine.info

© 2005. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotta senza il permesso scritto dell'autore.

Altri articoli sull'argomento

home